Significato e tradizioni del Natale

nataleIl Natale è la festa cristiana più importante dell’anno liturgico che commemora la nascita di Gesù da Giuseppe e Maria di Nazareth. Le celebrazioni natalizie coprono un arco di tempo che va dal 24 dicembre, giorno della vigilia, fino al 6 Gennaio, giorno dell’ Epifania,in cui si celebra l’avvento dei Re Magi che portano in dono a Gesù Oro, Incenso e Mirra.

LE ORIGINI CRISTIANE.

Il Natale ha origini molto antiche e pagane, infatti, il 25 dicembre i Celti festeggiavano il solstizio d’inverno, i Romani i Saturnali, in onore del dio Saturno, dio dell’agricoltura, in seguito l’Imperatore Aureliano sostituì questa festa con la festa del Sole, festeggiando il solstizio d’inverno. Nel IV secolo, la religione cristiana diventa la religione ufficiale dell’Impero Romano e il Papa Giulio I fa confluire la festa cristiana del Natale con il 25 dicembre, in sostituzione delle feste pagane.

LA DATA DEL NATALE.

La data scelta dalla Chiesa per festeggiare il Santo Natale, non corrisponde alla vera data della nascita di Gesù, infatti nella Bibbia, non viene espressa nessuna data e nessun periodo in proposito della nascita di Gesù. La scelta del 25 dicembre come data per questa festa è motivata dal fatto che il Papa teneva ad eliminare ed allontanare dalle abitudini del popolo Romano i festeggiamenti pagani di questo periodo dell’anno.

L’ALBERO DI NATALE COME TRADIZIONE PAGANA.

albero di nataleL’albero di Natale fu introdotto nella chiesa come simbolo del Natale dal VII secolo quando il missionario Bonifacio, in Germania, si imbatte in un gruppo di persone che stavano per sacrificare un bambino al loro dio pagano sotto una quercia. Bonifacio liberò il bambino ed abbatté la quercia. Sotto di essa trovò un piccolo albero di abete che tagliò e donò alla gente come simbolo di vita, chiamandolo l’albero di Gesù Bambino. Con il passare degli anni addobbare con palline colorate un abete è diventata una tradizione del Natale in ogni paese del mondo. La tradizione dell’albero addobbato, inizialmente di frutti e dolci, è comunque più antica e risalente al paganesimo, in quanto l’albero sempreverde è visto come un ritorno alla vita nella primavera dopo l’ inverno. Inoltre la tradizione di scambiarsi regali sotto l’albero risale ai Saturnali pagani durante i quali i cittadini si scambiavano miele e fichi.

BABBO NATALE.

babbo nataleBabbo Natale così come lo conosciamo oggi, ossia un vecchio dalla barba bianca, con vestiti e cappello rossi su una slitta trainata da renne, per la prima volta appare nel 1931 in una pubblicità della Coca Cola. In realtà questo personaggio nato da una trovata pubblicitaria, a livello figurativo, ha sostituito, il precedente Santa Claus (San Nicola in italiano). San Nicola di Myra, è un Vescovo di origini turche, che per evitare che delle bambine povere si prostituissero per combattere la povertà donò loro dei sacchetti di monete e trovando la loro casa chiusa, li fece cadere dal camino.

IL PRESEPE.

presepeIl primo presepe fu costruito da San Francesco d’ Assisi, a Greccio, una località umbra vicino Rieti. San Francesco dopo avere visitato in Palestina i luoghi della vita di Gesù, essendo stato colpito dalla grotta di Betlemme, chiese ad un suo caro seguace, Giovanni da Greccio, di aiutarlo a riprodurre il presepe ed ecco che in una mangiatoia furono portati un bue ed un asinello e San Francesco celebrò la messa alla quale accorsero molti pastori ed abitanti della zona con torce e lanterne.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi