San Valentino: le origini dell’amore.

AMOREIl giorno di San Valentino, si festeggia l’amore e gli innamorati.

ORIGINI PRIMORDIALI.

Anticamente, questa era una festa pagana. I seguaci del dio Lupercus, mettevano dei biglietti con il loro nome in un’urna e a caso venivano scelte delle persone che formassero delle coppie, per vivere in intimità per un intero anno, affinché si compiesse il ciclo della fertilità.

Inizialmente quindi, non era la festa dell’amore, ma della fertilità.

ORIGINI CRISTIANE.

Nel Medioevo, con l’espandersi del Cristianesimo, volendo mettere fine a questa festa pagana, basata sul peccato, si tenta di convertirla in una festa dell’amore come sentimento puro. Il Vescovo di Terni Valentino fu chiamato dall’imperatore Claudio II per essere convinto a lasciare perdere questo tentativo di trasformare il Lupercus in una festa cristiana e di convertirsi al paganesimo. Valentino si rifiutò e per questo fu martirizzato.

COME SI FESTEGGIA.

Da allora il 14 febbraio, il giorno in cui si ricorda San Valentino Martire, gli innamorati si scambiano frasi e gesti d’amore, un fiore, un oggetto romantico, escono per una serata romantica a lume di candela o in riva al mare, passeggiando abbracciati e dimenticando tutto il resto del mondo, quasi a voler difendere il significato del sentimento più bello del mondo, l’amore tra uomo e donna.

L’amore è cantato nei versi di tantissimi illustri poeti, è il perno di bellissimi romanzi d’amore, è ricordato nei testi delle più grandi canzoni d’amore, è al centro dei più grandi film cinematografici; è, in definitiva, il sentimento più elogiato al mondo.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi