Dolci tipici del Natale

pandoro pacco

Nelle feste natalizie sulle nostre tavole imbandite in modo sontuoso occupano un posto di primaria importanza i dolci.

I dolci tipici del natale sono molti e diversi da regione a regione e sono il motivo principale della gioia di bambini, ma
anche degli adulti.

IL PANETTONE.

PANETTONE

Il primo posto in ordine di notorietà è occupato dal panettone.

Il panettone è un dolce tipico natalizio di origine milanese e conosciuto non solo in tutta Italia, ma in tutto il mondo. In commercio se ne trovano di diverso tipo, da quelli commerciali delle più famose aziende italiane, come Bauli, Melegatti, Paluani ecc, a quelli più economici di marche non pubblicizzate, fino ad arrivare a quelli di produzione artigianale prodotti da forni e pasticcerie.

Il panettone tipico ha una forma cilindrica a cupola ed è formato da un impasto molto laborioso e lungo fatto di farina uova e zucchero e poi farcito con una sultanina e frutta candita (arancia e cedro).

IL PANDORO.

pandoro

Un altro dolce che non può mancare sulle nostre tavole natalizie, è il famosissimo pandoro, dolce tradizionale veronese.

Questo caratteristico e golosissimo dolce ha una forma cilindrica di una stella ad otto punte, ancora in base alla forma del primo pandoro realizzato da una famosa casa dolciaria, “Melegatti”.

Il pandoro è un dolce senza alcuna farcitura, ma fatto da un impasto molto soffice con uova, farina e zucchero e profumato alla vaniglia, risultato di moltissime ore di lavorazione.

Il pandoro si gusta leggermente riscaldato e con una spolverata di zucchero a velo per renderlo ancora più goloso.

In commercio troviamo anche pandori con farcitura alla crema o al cioccolato.

I MUSTACCIOLI.

mustaccioli

Dalla tradizione napoletana arrivano, invece, sulle nostre tavole i mustaccioli.

I mustaccioli sono dei biscotti a forma di rombo ricoperti di cioccolato e all’interno formati da un impasto morbido di miele e canditi, per questo ottimi per i palati dei più golosi e dei bambini che impazziscono per questo buonissimo biscottino.

Esistono altre varianti regionali di mustaccioli, quella calabrese che prevede per questi dolci il nome “Nzuddha” e quella salentina, dove vengono chiamati “mustazzoli”.

LE CRISPELLE.

crispelle

Infine dobbiamo ricordare, anche se non parliamo propriamente di un dolce, le famose crispelle (o crispedde) dalla tradizione calabrese che si estende, con diverse varianti a tutte le regioni del sud Italia.

Le crispelle sono composte da una massa fatta di farina acqua ed olio, fritta in abbondante olio di oliva extravergine.

Si usa fare le crispelle nei giorni antecedenti il Natale e di inserirle in tutti menu delle festività, dalla cena della vigilia, al pranzo del natale fino a Capodanno.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi